Cerca

Italiano

Ammissione e Iscrizioni

Sei in: Home > Dottorato Diritto Persona Mercato

  • Obiettivi
  • Objectives

Obiettivi formativi 

Il dottorato in Diritto, persona e mercato è dedicato ai temi di ricerca attinenti al diritto privato che abbiano un forte impatto sul piano culturale, scientifico, ed operativo. Questi temi oggi investono la centralità della persona, con riguardo alla tutela dei suoi interessi anche non patrimoniali e comprendono l’analisi del mercato, come strumento di governo dei rapporti tra privati. Si tratta di temi che hanno forte impatto non solo all’interno della riflessione giuridica, ma sul piano piu’ generale poiche’ intorno ad essi si organizza il nuovo statuto della cittadinanza nel ventunesimo secolo. Il dottorato è quindi orientato alla ricerca nei settori che hanno rilievo in vista del Programma Horizon 2020 che l'Unione Europea rende operativo dal 2014, e si riallaccia alle tematiche del VII programma quadro per le scienze umane e sociali. Nel quadro del dottorato, alcuni dottorandi si orientano verso temi che appartengono allo scenario descritto dalla European University Association, nel documento dal titolo Collaborative doctoral education (2009).

Il campo di indagine cui è rivolto il dottorato copre pertanto le discipline giusprivatistiche che sono investite dai processi di evoluzione e di cambiamento del diritto nell’epoca attuale (il diritto delle obbligazioni e dei contratti, della proprietà, a anche delle persone, di famiglia e delle successioni; il diritto dell'impresa e delle società; il diritto della proprietà intellettuale e della concorrenza; il diritto del lavoro), nonché i loro risvolti processualistici. Nell’ambito del dottorato, tali discipline vengono fatte oggetto dell'analisi comparativa. Tale apporto e’ necessario per sviluppare un’ analisi critica del diritto che sia validabile secondo metodologie praticate nella ricerca giuridica di livello internazionale. Le lezioni proposte nell'ambito del dottorato, da parte di componenti del collegio sia italiani, sia provenienti da primarie sedi europee, nonché da colleghi di altre primarie sedi straniere e italiane, così come da parte di protagonisti della cultura giuridica impegnati ad alto livello nell'elaborazione del diritto (quali, ad esempio, esponenti del giudiziario europeo), assicura un'adeguata internazionalizzazione del dottorato, che è promossa anche attraverso soggiorni dei dottorandi presso sedi di ricerca all'estero. Tale impostazione complessiva è diretta a far maturare la capacità di sviluppare proposte innovative in vista sia dell'interpretazione e dell'applicazione del diritto vigente, sia dell'elaborazione nuovi approcci teorici, con consapevolezza critica delle varie dimensioni dell'esperienza giuridica. Il dottorato si colloca alla frontiera degli attuali orientamenti metodologici del diritto privato e dei settori correlati, e tende ad approfondire la teoria delle fonti alla luce del rapporto tra ordine giuridico interno, europeo e internazionale. Il dottorato mira a formare dottori di ricerca che abbiano consapevolezza metodologica e capacità di riflessione autonoma che appaiono indispensabili di fronte a un diritto in continuo cambiamento, a seguito delle evoluzioni scientifiche e tecnologiche contemporanee.Il dottorato è caratterizzato dall’apertura verso gli studi comparatistici e di diritto internazionale, che contraddistinguono la ricerca giuridica condotta sui problemi, con forti implicazioni conoscitive e operative. Il dottorato offre infine al dottorando l’opportunità di sfruttare gli apporti di discipline che, al pari del diritto comparato, collocano il diritto nel quadro più ampio delle scienze umane e sociali, e incoraggia lo sviluppo di ricerche trasversali rispetto alle varie discipline.

Il dottorato interseca diverse aree tematiche previste dal VII Programma Quadro dell’UE: non solo, ovviamente, le scienze socioeconomiche, ma anche altre aree tematiche (salute, tecnologie dell’informazione e della comunicazione, energia, ambiente, trasporti) per un necessario approfondimento dei loro risvolti giuridici, e su queste tematiche ha ottenuto risorse aggiuntive sotto forma di borse erogate da enti esterni.

Il dottorato si pone obiettivi formativi non esclusivamente accademici, grazie allo sviluppo di collaborazioni mirate con la formazione continua e specialistica, nel quadro di una maggiore integrazione tra mondo universitario e mondo professionale, e si giova dell'apporto di studiosi impegnati nella ricerca sul progetto di Ateneo intitolato alla cultura giuridica europea, di cui è titolare il coordinatore del dottorato. In particolare, esso vuol formare soggetti capaci di inserirsi nel mondo delle professioni e delle imprese ai livelli più elevati, riaffermando il ruolo di una formazione critica teoricamente rigorosa, quale quella che caratterizza il dottorato di ricerca.

I dottorandi in Diritto, persona e mercato:

 •          dovranno acquisire una comprensione sistematica del diritto privato, inteso nella sua accezione più ampia, e padroneggiare gli attuali orientamenti metodologici; 

•          dovranno dimostrare la capacità di ideare un progetto di ricerca, che condurrà alla stesura della tesi di dottorato, di costruirlo con un'adeguata articolazione e di realizzarlo, nel rispetto dei parametri di rigore scientifico che caratterizzano l'attività di ricerca; 

•          dovranno svolgere una ricerca originale, fornendo un contributo che, almeno in parte, dovrà essere meritevole di pubblicazione a livello nazionale o internazionale;

•          dovranno saper comunicare con i loro pari e con la più ampia comunità degli studiosi e del pubblico; a tal fine il dottorato prevederà lo svolgimento di appositi seminari in cui i dottorandi dovranno presentare al pubblico i risultati delle proprie ricerche.

Attività formative offerte ai dottorandi, oltre i corsi di dottorato

Il dottorato offre ai dottorandi l’opportunità di partecipare a incontri scientifici organizzati in altre sedi, e di presentare i propri lavori in sedi scientifiche prestigiose. Il collegio coinvolge inoltre i dottorandi nell’organizzazione di incontri scientifici di alto livello. I dottorandi del XXVII ciclo hanno partecipato all’incontro nazionale del coordinamento di tutti i dottorati di diritto privato che si è tenuto a Torino nei giorni 27-28 gennaio 2012, grazie all’ospitalità offerta dallo stesso Dottorato. L’incontro ha offerto ai dottorandi di tutta Italia l’occasione per incontrarsi, presentare i propri lavori, e interloquire con studiosi particolarmente qualificati, come Stefano Rodotà (emerito, Università la Sapienza), Antonio Gambaro(Università Statale di Milano, Accademia dei Lincei), Olivier Guillod (Università di Neuchâtel, Direttore dell’Istituto di Biomedicina). In precedenza il Dottorato ha partecipato alla Scuola nazionale dei dottorati di diritto privato che si è tenuta a Venezia dal 21 al 25 giugno 2011 (http://www.dotpriv.it/files/scuola_dottorati_riuniti_lido_venezia_2011.pdf), con l’intervento di numerosi, qualificati colleghi. Per il 2012, il dottorato in Diritto Persona e Mercato aderisce all’incontro nazionale dei dottorati di diritto privato che si terrà a Marina di Pietrasanta e a Pisa, venerdì 15 e sabato 16 giugno 2012, promuovendo la partecipazione dei propri dottorandi all’evento, e offrendo loro l’opportunità di presentare ai colleghi e ai docenti il proprio lavoro, nonché patrocina il Convegno della SISIDIC-Società italiana degli studiosi di diritto civile, che si terrà a Capri dal 12 al 14 aprile 2012.

Nel quadro delle attività della Scuola di dottorato in Scienze Umane e Sociali dell’Ateneo, gli allievi del dottorato hanno organizzato con gli allievi degli altri dottorati afferenti alla Scuola,  il primo workshop della Scuola, che si è tenuto il 30 marzo 2012. L’incontro ha consentito a quattro dottorandi di presentare i propri lavori al pubblico, e di ricevere in proposito i commenti del prof. Carlo Focarelli, ordinario di diritto internazionale dell'Università di Perugia, e degli altri docenti intervenuti.

Il dottorato cura i rapporti con le sedi straniere consorziate, facilitando i contatti dei dottorandi con prestigiose sedi straniere e enti di ricerca. Esso riceve regolarmente studenti di dottorato stranieri, coinvolgendoli nelle proprie attività.

  • XXXII CICLO
  • XXXI CICLO
  • XXX CICLO
  • XXIX CICLO
  • XXVIII CICLO
  • XXVII CICLO
  • XXVI CICLO

COLLEGIO DOCENTI / TEACHING COMMITTEE

Prof. Roberto Caranta (Coordinatore)

Prof.ssa Mariapaola Aimo

Prof.ssa Roberta Aluffi

Prof.ssa Chiara Besso

Prof. Guido Bonfante

Prof. Raffaele Caterina

Prof.ssa Muriel Fabre-Magnan (Université de Paris, Panthèon-Sorbonne)

Prof. Edoardo Ferrante

Prof.ssa Silvia Ferreri

Prof. Paolo Gallo

Prof. Michele Graziadei

Prof.ssa Daniela Izzi

Prof. Leonardo Lenti

Prof. Giorgio Licci

Dott.ssa Joelle Long

Prof. Ralf Michaels (Duke University School of Law)

Prof. Mitchel Lasser (Cornell Law School)

Prof.ssa Elisa Mongiano

Prof.ssa Barbara Pasa

Prof..ssa Cristina Poncibò

Dott.ssa Margherita Poto

Prof. Alberto Ronco

Prof. Rodolfo Sacco

Prof.ssa Margherita Salvadori

Prof. Isidoro Soffietti

Prof. Arnaud Vergne

Prof. Adrian Zuckerman (University of Oxford)

Prof. Ferdinando Zuccotti

 

TUTORES

Prof. Domenico Francavilla

Prof. Gianni Mignone

Dott. Luciano Olivero

Prof. Ugo Pagallo

Dott.ssa Barbara Petrazzini

Prof.ssa Annamaria Viterbo

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 10/01/2017 14:44

English

Admission and Enrollments

Activities cycles XXII-XXV

Campusnet Unito
Non cliccare qui!